Salta al contenuto principale
 

Presso l'Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT è attivo un dottorato di ricerca in Global Studies & Innovation. Il programma è finalizzato alla formazione di ricercatori e professionisti altamente qualificati, con una profonda comprensione dell'orizzonte teorico che avvolge, al giorno d'oggi, l'innovazione e il cambiamento sociale, nonché una concreta conoscenza dei contesti interculturali e transnazionali in cui i suddetti mutamenti si verificano.

Descrizione e obiettivi 

Il programma di dottorato ha l'obiettivo di sviluppare competenze relative all'evoluzione della società globale, con riferimento alle persone, alle organizzazioni, alle istituzioni, alle lingue e ai processi educativi. Il corso si propone di approfondire, anche sotto il profilo operativo, la comprensione delle principali tendenze dell'innovazione sociale e tecnica, e di delineare interventi in contesti internazionali non solo efficaci ed efficienti, ma anche orientati alla cura della persona. Pertanto, si intende formare professionisti altamente specializzati, quali educatori, dirigenti e operatori del settore della difesa e della sicurezza, in grado di gestire efficacemente situazioni di elevata complessità, senza perdere di vista la centralità della persona e la necessità di contribuire allo sviluppo comune. 

Le attività di ricerca sono supervisionate dal Collegio di Dottorato, in un contesto dialogico con i dottorandi, per valorizzarne gli aspetti interdisciplinari, nel contesto degli studi su innovazione e globalizzazione. La durata del programma è pari a tre anni e il numero di posti disponibili è pari a 6.  
Le modalità di ammissione e i criteri di selezione sono definiti in uno specifico bando, che viene pubblicato una volta all'anno, di norma tra i mesi di giugno, agosto e settembre. L'ammissione al dottorato è consentita anche ai dipendenti delle amministrazioni pubbliche i quali, se ammessi a seguito della selezione, possono usufruire di un periodo di aspettativa per motivi di studio per tutta la durata del programma.

Le 6 borse di studio PNRR mirano a sviluppare in particolare le seguenti missioni:

MISSIONE 1: DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE, COMPETITIVITÀ, CULTURA E TURISMO.

M1C1:DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE E SICUREZZA NELLA PA. Il progetto mira a sviluppare competenze interculturali e informatiche idonee ad operare all'interno dei sistemi di sicurezza e prevenzione per contrastare le minacce nel mondo cibernetico, con riferimento particolare alla crescente vulnerabilità dovuta alla digitalizzazione.

M1C2: DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ NEL SISTEMA PRODUTTIVO. Il progetto ha l’obiettivo di analizzare i fattori chiave che sono alla base dell'immagine e della competitività internazionale del Made in Italy, con una particolare attenzione all'utilizzo dei canali digitali per l'analisi della reputazione estera di prodotti, servizi e brand nazionali e lo sviluppo di strategie di comunicazione e di vendita rivolte ai mercati internazionali.

M1C3: TURISMO E CULTURA 4.0. Il progetto mira alla comprensione dei fenomeni politici e di comunicazione interculturale, da una parte, e all’osservazione dei flussi turistici e migratori in un’ottica esperienziale, dall’altra, servendosi dei processi di digitalizzazione e/o di creazione di data-base.

MISSIONE 4: ISTRUZIONE E RICERCA.

M4C1: POTENZIAMENTO DELL'OFFERTA DEI SERVIZI DI ISTRUZIONE: DAGLI ASILI NIDO ALLE UNIVERSITÀ. Il progetto analizza l’offerta formativa delle università per indagare i presupposti pedagogici e didattici riguardanti l'erogazione attraverso le tecnologie digitali.

MISSIONE 5: INCLUSIONE E COESIONE.

M5C1: POLITICHE PER IL LAVORO. Il progetto di ricerca è orientato alla definizione di un sistema di competenze interdisciplinari idonee a favorire la formazione di nuove figure professionali in grado di supportare le attività di sviluppo internazionale del sistema Italia, sia a livello imprenditoriale che istituzionale, con particolare attenzione alla parità di genere nell'accesso alle professioni legate ai processi di internazionalizzazione.

M5C3: INTERVENTI SPECIALI PER LA COESIONE TERRITORIALE. Il progetto può focalizzarsi sulle due componenti selezionate, preferibilmente collegate tra loro: dinamiche interculturali per l'inclusione sociale e contrasto ai fenomeni di radicalizzazione. Particolare rilievo dovrebbe essere dato allo sviluppo di competenze utili alla comprensione, alla prevenzione e al contrasto dei fenomeni di estremismo religioso collegati al disagio sociale – su scala urbana, nazionale ed europea – e alle dinamiche politiche internazionali.

Approccio scientifico e temi di ricerca

Il corso di dottorato prevede un approccio interdisciplinare, che combina lo studio delle dinamiche poste alla base dei cambiamenti in atto nella società da un punto di vista politico, culturale ed economico, con particolare attenzione all'impatto dell'innovazione digitale. Più in generale, si richiede ai dottorandi di sviluppare e sintetizzare ricerche afferenti alle scienze sociali e umanistiche, in modo che possano realizzare studi originali e interdisciplinari. Il corso di dottorato si concentrerà, inoltre, sullo studio delle teorie e delle pratiche del “transnational management”, con un focus specifico sulle relazioni tra l'Europa e le aree geografiche emergenti più rilevanti, che stanno acquisendo sempre più terreno geopolitico, economico e culturale a livello internazionale e che svolgono un ruolo chiave nella sicurezza europea e globale (inclusa la cybersecurity). Sarà incoraggiato un approccio olistico alle questioni summenzionate.

Il programma mira ad attrarre laureati con un forte profilo multi/interdisciplinare, una conoscenza significativa dei paradigmi di ricerca sulla comunicazione interculturale e in grado di sviluppare attività scientifica di alta qualità, incentrate su diritto e geopolitica, affari internazionali e digitali, psico-pedagogia, relazioni politiche, lingue, sicurezza internazionale, economia e finanza. Il programma comprende ricerca e formazione nei settori della linguistica, dell'educazione, della gestione, della comunicazione interculturale e, in generale, fornisce agli studenti una conoscenza significativa dell'influenza dell'innovazione digitale su nazioni e organizzazioni, da prospettive economiche, giuridiche, sociali e culturali.

Sbocchi professionali

Al termine del corso, i dottorandi saranno in grado di qualificarsi per posti di lavoro in imprese e organizzazioni internazionali, anche pubbliche istituzioni, organizzazioni sovranazionali e società multinazionali operanti in Europa e/o nei paesi emergenti. I dottorandi potranno anche cercare posizioni di insegnamento e ricerca nel mondo accademico e in istituti di istruzione superiore.

Esempi di funzioni lavorative includono:

  • gestione della comunicazione interculturale interna ed esterna;
  • gestione delle transazioni transfrontaliere e dei rapporti commerciali;
  • risorse umane e gestione della diversità;
  • sviluppo di strategie linguistiche e soluzioni linguistiche strategiche nelle unità di comunicazione;
  • sviluppo di strategie di traduzione, lingua e comunicazione nelle società di traduzione;
  • interpretariato e gestione delle traduzioni;
  • analisi Paese e segmentazione interculturale dei mercati esteri;
  • negoziazione in un contesto interculturale;
  • sviluppo di soluzioni linguistiche e comunicative innovative per il marketing interculturale nelle aziende di export e marketing;
  • sviluppo di programmi linguistici e di comunicazione interculturale;
  • insegnamento e ricerca nelle università o nell'istruzione secondaria superiore;
  • analisi geopolitiche e di sicurezza;
  • consulenza per attori pubblici/privati coinvolti in scenari di crisi globali;
  • progettazione e gestione delle attività finalizzate alla prevenzione e al contrasto della criminalità organizzata e al terrorismo di matrice ideologico-religiosa.
 
 

Panoramica delle attività formative e di ricerca

A ciascun candidato ammesso a frequentare il corso di dottorato vengono assegnati un tutor, appartenente al Collegio dei docenti, e un co-tutor. Il tutor e il co-tutor sono responsabili dell'inserimento del dottorando nell'attività di ricerca e si impegnano ad affiancarlo nella proposta e nella pianificazione del piano di studi individuale. Il tutor definisce con lo studente gli argomenti specifici di ricerca e successivamente della tesi.

Piano di studi individuale

I dottorandi di primo e secondo anno propongono al Collegio dei docenti un piano di studi individuale - Individual Training Agreement - realizzato sotto la guida dei tutor in cui gli studenti inseriscono alcuni corsi attinenti al loro progetto di ricerca.

I dottorandi hanno accesso:

  • ai corsi dedicati esclusivamente al dottorato di ricerca: ogni Facoltà dell'Università degli Studi Internazionali di Roma organizza, e attiva, un corso di 20 ore per i propri settori di riferimento;
  • ai corsi appartenenti ai programmi di laurea magistrale dell'Università degli Studi Internazionali di Roma.

Alla fine dei corsi è prevista una prova di idoneità il cui giudizio sarà espresso come "idoneo" in caso di esito positivo o "non idoneo" in caso di esito negativo. A seconda del tipo di insegnamento, la prova può essere scritta e/o orale, con eventuale presentazione di lavori o tesine da parte degli studenti.
I dottorandi del primo anno devono accumulare un minimo di 15 CFU per essere ammessi al secondo anno.
I dottorandi del secondo anno devono accumulare un minimo di 15 CFU per essere ammessi al terzo anno.
Per i dottorandi del terzo anno non sono previsti corsi individuali perché l’attività si focalizza sulla stesura della tesi di dottorato e sulle attività di supporto alla didattica.

Seminari di dottorato (Doctoral seminars)

I doctoral seminars sono seminari dedicati ai dottorandi e costituiscono il programma comune a tutti gli studenti del dottorato. I seminari possono essere svolti sia dai docenti membri del Collegio sia da docenti esterni. La frequenza ai doctoral seminars è obbligatoria per almeno il 60% delle ore.

Attività sostitutive e/o integrative

Previa autorizzazione del tutor, i dottorandi possono proporre delle attività sostitutive con riferimento all'elaborazione della tesi di dottorato e delle ricerche e pubblicazioni che sono chiamati a produrre nel corso degli studi. In quest'ambito si iscrive la partecipazione dei dottorandi a iniziative scientifiche prevalentemente esterne come ad esempio convegni e seminari tenuti in altre sedi scientifiche e istituzionali.

Attività amministrative

I dottorandi possono essere coinvolti nelle attività amministrative di ateneo per un massimo di due pomeriggi alla settimana.

Attività didattiche

Previo parere favorevole del Collegio dei docenti, a partire dal secondo anno di iscrizione, ai dottorandi può essere conferita la qualifica di Cultore della materia con riferimento ai SSD inclusi nel progetto formativo del dottorato. I dottorandi Cultori della materia sono coinvolti in attività di supporto alla didattica.

Pubblicazioni scientifiche

A partire dal secondo anno i dottorandi devono pubblicare almeno un paper all'anno su riviste scientifiche che potranno essere valutati secondo i criteri ANVUR.

Soggiorni all'estero

A partire dal secondo anno, i dottorandi hanno la possibilità di svolgere periodi di studio e ricerca all'estero presso altri atenei ed enti di ricerca.
Per i dottorandi borsisti l'importo della borsa di studio è incrementato del 50% per i periodi di soggiorno all’estero di almeno 30 giorni continuativi.
I periodi di soggiorno all'estero devono essere autorizzati dal Collegio dei docenti che discuterà la proposta del dottorando solo dopo la ricezione della lettera di invito ufficiale da parte dell'ente ospitante.

 

2024
 

Marzo
Sistemi di gestione delle pubblicazioni e processi di indicizzazione


Febbraio
Metodologia della ricerca per scienze sociali: aspetti introduttivi
Politiche europee e innovazione
Metodologia della ricerca per scienze sociali: la ricerca quantitativa
 


2023
 

Novembre
Global Studies and Innovation. Una sfida intellettuale e formativa per la crescita del sistema Paese


Maggio
Il Brasile membro dei Brics. Capire la storia e la cultura per guardare al futuro


Marzo
La translatio studiorum nel mondo musulmano medievale: dalla casa della sapienza (Bayt Al-Hikmah) al "Gran comento" di Ibn Rushd (Averroè)
Les journées de la francophonie à l'UNINT 2023
The use of neuroscience in (sustainable and social) marketing: applications and case-studies


Febbraio
Introduzione alle tecniche quantitative di ricerca sociale. L'analisi sperimentale
Il linguaggio del corpo e la comunicazione non verbale - ciclo "La lezione maestra"
Il Brasile visto dal presente? Politica, diritto ed economia


2022
 

Novembre
Infranodus: a tool for text network analysis and data visualization 


Giugno
Come pubblicare nel settore 13/B4
La regolamentazione bancaria europea
Il patrimonio culturale mondiale nei paesi di lingua portoghese


Aprile
Tra lingue e culture: strategie comunicative interculturali nei paesi di lingua araba 


Marzo 
Econometric analysis and applications


Febbraio 
Leadership: definizione, orientamenti e stili di leadership


Gennaio 
Seminario 2 | Going global: spunti per un approccio digitale ai mercati internazionali
Seminario 1 | Principi, strumenti e metodologie per il digital marketing


2021
 

Novembre
Topic lesson 2: Sustainability in the transport and logistics indutry
Topic lesson 1: Logistics in the urban areasr


Settembre
IA, robotica e sfide geopolitiche


Giugno
Processi di integrazione tra libertà costituzionali e contrattuali
Is the Islamic ordering principle still in force) Rethinking the arab spring ten years later


Maggio
Is the Islamic ordering principle still in force) Rethinking the arab spring ten years later
Ibidismo vs omologazione nella costruzione dell'identità postcoloniale: il caso brasiliano


Aprile
International marketing: competing in the global market place in the pandemic era
Microcourse in negotiations


30 marzo
Les journées de la francophonie à l'UNINT


23 e 24 marzo
Les journées de la francophonie à l'UNINT: francophonie, francophonies


16 e 26 marzo
Stepping stones China: the challenge of running a non-profit organization in China
Comunicare le disabilità: dal punto di vista paternalistico a quello inclusivo


25 febbraio
The perception and concept of democracy in the Middle East and United States


3 febbraio
Conoscere il mondo arabo per un dialogo interculturale


2020
 

Dicembre
Finanza islamica? Elemosina rituale (Zakat) e divieto di usura nel corano e nella tradizione musulmana (nei suoi risvolti classici e moderni)
Made in Italy ed ordigine non preferenziale delle merci in dogana
Il made in Italy e le politiche doganali statunitensi: i dazi compensativi ed antidumping


Novembre
Sostenibilità del debito e rilancio dell'economia italiana
Il recovery plan dell'Europa in una prospettiva storica


Ottobre
Fourth industrial revolution: from hicks neutrality of technical progress to jobless growth


Giugno
Sentiment analysis: esempi applicativi
Sentiment analysis: introduzione e metodi


Maggio
Mixed Method Research: guest speaker


Febbraio
Competitività e percezione del made in Italy nei mercati internazionali
The role of Italy in world trade
Ermeneutica del testo letterario


Gennaio
Cosmopolitismo e identità culturali: un caso di studio inglese
Analisi critico-discorsiva di un corpus di giurisprudenza della corte suprema degli Stati Uniti d'America


2019
 

Dicembre 
Giornata mondiale della lingua araba
Analisi critico-discorsiva di un corpus di giurisprudenza della corte suprema degli Stati Uniti d'America
Discovering Montenegro today: a journey through history, economy, politics and policies
Valori asiatici e principio ordinatore islamico: una sfida al diritto occidentale? Prima parte


Novembre 
Alle origini della crisi europea
Features of the bulgarian economic system
Climbing up the stairs that may lead downstairs: Bulgaria and the EU
Tecniche di misurazione e analisi quantitativa


Settembre 
Publishing in Highly Ranked Journals: The (Bumpy) Road to (Possible) Success


Giugno 
To understand the customer: empathy map and the consumer journey map
Places and place branding
I dati e le regole


Maggio 
How to identify interesting research questions
Talenti e strategie a supporto dell'export italiano: l'esperienza di Sace
Central Europe between the west and the east
Esportare la bellezza. Dal viaggio di Goethe al Made in Italy


Aprile 
Research methodologies and the analysis of texts
Political leadership and business. The impact of big corporations 
Multiculturalismo in ottica islamica: dal corano alla post-modernità
Meanings and roles of business planning and project management


Marzo 
Crafting a paper for international journals
Europa, immigrazione e cittadinanza: esempi di legislazione a confronto
Internazionalizzazione e valorizzazione della ricerca: terza missione in higher education


Febbraio 
Il processo di integrazione economica europea. Costi e benefici (primo modulo)
Gli investimenti diretti esteri dell'Italia. Teorie ed evidenze macro
Il ruolo dell'Italaia nel commercio mondiale- Teoria ed evidenze macroeconomiche
Corso SPSS

Coordintaore

Cirò Sbailò - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | ciro.sbailo@unint.eu


Componenti

Amedeo Argentiero - UKE – Università Kore di ENNA | amedeo.argentiero@unint.eu
Silvio Cardinali - Università della Calabria | s.cardinali@univpm.it
Stefania Cerrito - Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT | stefania.cerrito@unint.eu
Fabio Cintioli - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | fabio.cintioli@scea.eu
Alessandro De Nisco - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | alessandro.denisco@unint.eu
Angelo Iacovella - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | angelo.iacovella@unint.eu
Emma Imparato - Università degli Studi di Napoli | emmaimparatounior@gmail.com
Tiziana Lioi - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | tiziana.lioi@unint.eu 
Giada Mainolfi - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | giada.mainolfi@unint.eu
Anna Carla Nazzaro - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | annacarla.nazzaro@unint.eu
Daniele Niedda - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | daniele.niedda@unint.eu
Salvatore Patera - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | salvatore.patera@unint.eu
Giuseppe Pisicchio - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | giuseppe.pisicchio@unint.eu
Lucilla Pizzoli - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | lucilla.pizzoli@unint.eu
Marco Romano - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | marco.romano@unint.eu
Mariagrazia Russo - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | mariagrazia.russo@unint.eu
Annalisa Sandrelli - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | annalisa.sandrelli@unint.eu
Ciro Sbailò - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | ciro.sbailo@unint.eu
Sara Trucco - Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT | sara.trucco@unint.eu 

 Si comunica che i colloqui per l'ammissione al dottorato in Global Studies &Innovation - XXXIX ciclo - avranno luogo lunedì 25 settembre 2023 a partire dalle ore 9:30


Si avvisa che, come da Gazzetta Ufficiale n. 63 del 22 agosto 2023, 4ª Serie Speciale - Concorsi ed Esami, il termine per la presentazione delle domande di ammissione al dottorato di ricerca in "Global Studies & Innovation" - XXXIX ciclo - scadrà alle ore 24:00 del 6 settembre 2023.

GS&I Application Platform

News

Chiusura Ateneo

Si comunica che, in occasione delle festività pasq...

>

Bando UE Erasmus+ mobilità studenti a fini di studio 2024/2025

Si comunica che è stato pubblicato il bando UE Era...

>

Festival La lingua madre – La lingua che conviene

Si segnala opportunità di seguire l'evento in dire...

>

Modalità svolgimento esami

Si comunica che lo svolgimento degli esami a dista...

>

Opportunità di collaborazione con AIESEC

AIESEC, organizzazione globale, indipendente, non ...

>

Chiusura Ateneo

Si comunica che, in occasione delle feste natalizi...

>


Newsletter eventi

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere     
aggiornato sui prossimi eventi

Ho preso visione del Privacy Disclaimer disponibile all'indirizzo www.unint.eu/privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679.
CAPTCHA
10 + 0 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
Instagram Facebook LinkedIn Twitter YouTube Telegram TikTok